TORRE LANTIERI

(XIV secolo)

 

 

La Torre Lantieri si trova nel cuore del paese di Paratico, affascinante località della Franciacorta che si affaccia sulla sponda sud-est del Lago d’Iseo.

 

La Torre riveste un ruolo di eccezionale importanza nel patrimonio architettonico del paese, sia per le sue caratteristiche intrinseche, che per l’aspetto paesaggistico.

 

Si presenta ben conservata nella sua compagine strutturale e mostra quasi integralmente l’architettura medioevale originaria. Inoltre, essendo osservabile nella sua altezza su tutti e quattro i lati, rappresenta un segno paesaggistico di notevole effetto.

 

L’edificio venne realizzato dalla famiglia Lantieri presumibilmente nel XIV secolo, insieme ad alcune case-forti adiacenti, racchiuse da un muro difensivo.La sua costruzione sembra infatti essere riferita a Giacomo Lanfranchino, voluta come ampliamento dell’apparato fortificato del paese, negli ultimi anni del 1300.

 

L’aspetto esterno dell’edificio, realizzato in pietra arenaria di provenienza locale, è molto severo, ingentilito solo dalla presenza di alcune finestrelle centinate di pregevole fattura.

 

La Torre, di pianta quadrangolare con dimensioni di 8.25 x 7.70 metri, si articola su quattro livelli ed è stata edificata su uno sperone roccioso, al fine di agevolarne la funzione difensiva. L’ingresso principale era collocato al piano terra della parete nord, costituito da portale di notevole fattura con arco a pieno centro , contrassegnato in chiave dallo stemma gentilizio della famiglia Lantieri. Il piano terra coperto da una volte a botte in pietrame a sesto leggermente acuto, fungeva nel Medioevo soprattutto da cantina e deposito. Al livello superiore si accedeva internamente solo tramite una botola aperta nella volta, mentre dall’esterno per mezzo di una scala di legno, ricostruita in seguito con gradini monolitici in pietra. Le finestre hanno mantenuto le stesse caratteristiche delle aperture originarie: arco a pieno centro leggermente ribassato con ghiera monolitica e stipiti in pietra lavorata. Uno scudo con lo stemma della famiglia Lantieri, semplificato nelle mezza luna e due stelle laterali, è collocato anche nella finestra orientale del terzo piano, scalpellato nella parte centrale dell’arco.

 

La Torre, utilizzata per lungo tempo come abitazione, è oggi di proprietà comunale.

 

A seguito di un importante intervento di restauro conservativo conclusosi alla fine del 2009 su committenza del Comune di Paratico, a piano terra dell’edificio è stata collocata una Quadrisfera, istallazione innovativa di cui ne esistono solo altri tre esempi in Italia (una è al CNR), pensata espressamente per coinvolgere il visitatore in un’esperienza totalizzante di immagini, suoni ed emozioni. Il visitatore entra in una piccola stanza oscurata e nel momento in cui la Quadrisfera si accende, si trova letteralmente parte di un nuovo mondo, fatto di immagini moltiplicate all’infinito, grazie ad un sistema di specchi e di luci che sembrano incorporare il visitatore stesso in questo cosmo di colori, luci, suoni e filmati. E’ difficile descrivere l’effetto con le parole, tanto che la vastità della sfera toglie per un attimo il fiato… Una vertigine che passa subito poiché poi si comincia ad essere coinvolti nel filmato, composto da una sinfonia di quattro montaggi intersecati. Inutile cercare di fissare lo sguardo su un singolo monitor, molto meglio farsi trasportare dalla coralità delle immagini. Il filmato introduttivo racconta la storia della nostra terra, dalla Franciacorta al lago d’Iseo fino ad arrivare a Paratico, con le sue tradizioni popolari, i mestieri e i volti che hanno fatto la storia del paese.